Archivio di novembre 2015

Formazione Insegnanti Veneto

lunedì 16 novembre 2015

Cari colleghi

un breve aggiornamento sulle formazioni insegnanti. Dopo aver terminato i percorsi formativi rivolti agli insegnanti in Piemonte (Torino, Cuneo, Bra e Alessandria), oggi, domani e lunedì incontreremo gli insegnanti del Veneto (Padova, Vicenza e Mestre). Molti dei partecipanti incontrati in Piemonte si sono dimostrati non solo interessati al progetto ma contenti di poter mettere in atto un percorso in classe. I materiali e le unità didattiche hanno riscosso un buon successo. Adesso non ci resta che attendere le reazioni degli insegnanti veneti.

un caro saluto a tutti il gruppo di coordinamento

@Tante intelligenze…

venerdì 13 novembre 2015

Grazie per averci contattato. La Sua riflessione sarà di aiuto anche ad altri insegnati.
Spesso i ragazzi più abili nel contesto didattico, non hanno uguali competenze in ambito emotivo, e per timore o paura di non apparire ugualmente competenti, sono più restii a mettersi in gioco. Il gruppo classe è un contesto di gruppo, dove ciascuno occupa una posizione, rappresenta un personaggio, che rassicura se stesso e gli altri. Tra gli obbiettivi del progetto c’è anche il lavoro sugli stereotipi, che offre un ‘opportunità di riflessione anche su questi spunti. La competenza emotiva non va sempre di pari passo con quella didattica-scolatica.
Restiamo a sua disposizione.
Buon lavoro
GIusy Famiglietti e Monica Piccoli

prima unità

venerdì 13 novembre 2015

Buondì, ho svolto con la mia classe l’attività “riconoscere le emozioni”. Sono rimasta colpita dalla paura dei “bravi” di mostrarsi. Vedremo più avanti

IL GIOCO DELLA BOTTIGLIA. Alcol e adolescenti, quello che non sappiamo.

venerdì 13 novembre 2015

L’8 ottobre 2015 è uscito l’ultimo libro di Alessandra Di Pietro. Vi consigliamo la lettura.

Alessandra Di Pietro, con il rigore della giornalista e il cuore del genitore, indaga il fenomeno del consumo alcolico tra i minori attraverso le loro storie ed esperienze raccontate in prima persona e gli interventi dei maggiori esperti: psicologi, sociologi, epidemiologi, forze dell’ordine. L’unica raccomandazione possibile per i minori è: ZERO ALCOL ma non viviamo in un mondo perfetto.

Non basta dire ai ragazzi che l’alcol fa male perché smettano di bere e nessun genitore vuole vedere il proprio figlio perdersi dentro un bicchiere. C’è un modo efficace per spiegare loro che è meglio non farlo? Ci sono canali precisi sui quali sintonizzarsi per imparare ad ascoltare i ragazzi e aprire un dialogo fruttuoso? Siamo davvero nel pieno di un’emergenza sociale  per consumo smodato di alcol? Stiamo crescendo una generazione di futuri alcolisti?

Con il rigore dei dati più aggiornati e la complessità dei migliori studi, il libro va oltre gli allarmi e gli stereotipi, ridisegna le reali proporzioni del fenomeno, individua i punti di pericolo e vulnerabilità dei nostri figli, offre spunti, idee e riflessioni per prevenire e intervenire se l’alcol diventa una relazione pericolosa.

Una guida utile per genitori, insegnanti, operatori sociali che allarga lo sguardo sulla complessità dei ragazzi in crescita che così tante volte sono migliori di come ce li immaginiamo.

 

Diario della Salute@Bra

martedì 3 novembre 2015

Continua il nostro il tour…

La settimana scorsa si è svolta la formazione insegnati per il territorio di Bra – Alba.

Grazie alla collaborazione di Laura Marinaro e del suo Staff del S.S.D. Epidemiologia, Dipartimento di Prevenzione – ASL CN2 Alba Bra abbiamo lavorato con un nutrito gruppo di insegnati.

Il territorio è  ampio e diversificato, molte sono le piccole realtà dove è difficile introdurre novità , ma solo un capillare lavoro di rete e relazioni lavorative efficaci può aiutarci a sostenere piccoli  grandi cambimenti utili alla crescita delle nuove generazioni.

Ringraziamo tutti per la calorosa accoglienza e rimaniamo a vostra disposizione

Giusy Famiglietti e Monica Piccoli